ANIMATRICE DIGITALE: ANITA PAGANELLI 

http://anitapaganelli.wixsite.com/animatricedigitale


PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE (PNSD) 
ANIMATORE DIGITALE (A.D.) E TEAM PER L’INNOVAZIONE DIGITALE
SCUOL@ DIGITALE_ ANIMATORE DIGITALE E TEAM PER L’INNOVAZIONE DIGITALE A.S. 2016_2018

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale.

È un pilastro fondamentale de La Buona Scuola (legge 107/2015), una visione operativa che rispecchia la posizione del Governo rispetto alle più importanti sfide di innovazione del sistema pubblico: al centro di questa visione, vi sono l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale.

L’Animatore Digitale (simile ad una delle tante “funzioni strumentali” nominate dal DS) è una funzione strategica ed innovativa prevista e definita dalla legge di Riforma (La buona scuola) come azione #28. La docente Anita Paganelli ricopre per l’IC di Castelmassa il ruolo di Animatore Digitale (PNSD_DM del 27/10/2015 n.851). Affianca il Dirigente e il Direttore dei Servizi Amministrativi (DSGA) nella progettazione e realizzazione dei progetti di innovazione digitale contenuti nel PNSD. 

L’Animatore Digitale è responsabile dell’attuazione dei progetti e delle indicazioni contenute nel Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD legge 107/2015) promuovendo, coordinando e diffondendo la partecipazione alle attività formative e ai progetti di innovazione a tutta la comunità scolastica e a tutti gli stakeholder nella scuola di appartenenza. Inoltre il conseguimento degli obiettivi dell’Animatore Digitale verrà valutato e parametrato su una serie di indicatori stabiliti dal Ministero. 

Il campo operativo dell’Animatore Digitale riguarda tre ambiti che diventano parte integrante del POF della scuola:

1. la Formazione metodologica e tecnologica dei colleghi: si tratta, insieme alla Banda Larga, del tema più rilevante del Piano Nazionale Scuola digitale  di coordinare e sviluppare un piano di formazione dei docenti dell’IC all’uso appropriato e significativo delle risorse digitali, in particolare modo ai 2 docenti che afferiscono al Team dell’Innovazione Digitale (Rita Destro e Claudia Bolognini) e 2 Amministrativi (ATA_ sig.ra Sandra Greghi e sig.ra Donatella Mossa) e a cascata a tutti i docenti e alla Segreteria Amministrativa.  L’Animatore digitale svolge questo ruolo, coerente con le indicazione del Piano Nazionale Scuola Digitale, attraverso la promozione e la sensibilizzazione di piani di formazione sulla didattica laboratoriale, sulle “metodologie attive” di impronta costruttivista, sulle competenze di new media education, sui nuovi contenuti digitali per l’apprendimento.  Una formazione metodologica, cioè, che possa favorire l’utilizzo consapevole e la comprensione critica delle tecnologie didattiche. Ciò con l’obiettivo strategico di rendere prima i docenti e poi gli studenti “creatori”  e utenti critici e consapevoli  di Internet e dei device e non solo  “fruitori digitali” passivi. 

2. Il coinvolgimento della comunità scolastica: un compito molto rilevante dell’Animatore Digitale è quello di favorire la partecipazione e stimolare,  non solo l’attività dei colleghi, ma anche quella degli studenti nell’ organizzazione di attività, anche strutturate sui temi del PNSD. Ciò allo scopo di favorire l’apertura dell’Istituzione Scolastica a momenti formativi organizzati per le famiglie e per gli altri stakeholder territoriali (Comuni, Biblioteche, Imprese, Fondazioni, Banche ecc.) cercando di promuover la diffusione di una cultura della cittadinanza digitale condivisa in maniera diffusa sul territorio.

3. La progettazione di soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola. Si tratta ad esempio dell’utilizzo di strumentazioni per le didattiche innovative anche specifiche come la robotica educativa, la programmazione (coding) in “Scratch” (https://scratch.mit.edu/), l’utilizzo didattico di stampanti 3D ecc… Tutto ciò implica nuove soluzioni per la distribuzione degli spazi fisici della scuola e soluzioni architettoniche che meglio si adattino ad una scuola “aumentata dalla tecnologie” e aperta alle ulteriori trasformazione che le tecnologie vi porteranno, nonché fondi economici per la realizzazione delle opere.

L’arco temporale nel quale il progetto SCUOL@ DIGITALE si attua è triennale e le fasi operative sono piuttosto articolate e complesse e  scandite a livello nazionale dal PNSD. Nell’anno scolastico 2016_2017 si svolgerà in particolar modo la formazione dell’Animatore Digitale e dei docenti + personale amministrativo del  Team dell’Innovazione Digitale. Il conseguimento degli obiettivi dell’Animatore Digitale saranno valutati e parametrati su una serie di indicatori stabiliti dal Ministero.