Giunta alla 4^ edizione la gara finale emoziona sempre più trascinando gli astanti in un’euforia collettiva

Un tranquillo venerdì di allegria… così si è svolto l’evento che il 22 marzo 2019 ha visto radunati all’interno del Centro sociale di Castelmassa tigri e leoni, aironi e lepri, volpi, cavalli, falchi e aquile per provare l’ebbrezza della matematica… Stiamo in realtà parlando degli alunni delle scuole medie del territorio altopolesano da Costa a Melara che in un clima di serenità e allegria - sotto l’egida del proprio animale “mascotte” - hanno risolto, lavorando in team, i quesiti della gara finale per aggiudicarsi il podio e gli ambiti premi. Tutti i presenti hanno percepito fin da subito l’atmosfera di grande tranquillità che aleggiava nell’ampio locale messo a disposizione per la speciale mattinata: accogliente, luminoso e colorato - oltre che dagli originali addobbi di carta che pendevano dal soffitto - dai bellissimi murales eseguiti dagli allievi del Liceo B. Munari, storico istituto superiore nato come scuola d’Arte e Mestieri. E se è vero che di competizione si trattava è altresì vero che, al di là delle classifiche, ha vinto - non è banale dirlo - proprio la gioia che gli alunni trasmettevano - quasi per un processo di osmosi - i loro sorrisi, il loro stare bene insieme pur senza conoscersi, pur sapendo di affrontare, appunto, una gara. 

Questo è dunque il risultato più importante, il certus victor. Il tutto si è svolto nel massimo rispetto reciproco e in perfetta sintonia, a confermare la validità e le finalità di un progetto - sempre sostenuto dal dirigente P. Bassani - che è cresciuto negli anni fino a diventare uno dei fiori all’occhiello del nostro istituto. Non a caso l’I.C. di Castelmassa - unico comprensivo della provincia di Rovigo oltre alla scuola secondaria di secondo grado “Colombo” di Adria - è stato oggetto di Visiting da parte di due docenti neoassunte, in ragione del suo essere “scuola innovativa” caratterizzata da progetti con “forti elementi di innovazione organizzativa e didattica in grado di presentarsi come contesti operativi capaci di stimolare un atteggiamento di ricerca e miglioramenti continui”.

IL PROGETTO

Dedicato all’area scientifica, proposto agli alunni del territorio delle scuole altopolesane, si avvale della competenza delle docenti dell’I.I.S. “P. Levi” di Badia polesine A. Fratti e A. Zangheratti che hanno predisposto con cura, differenziandole per classe (classi prime medie, classi seconde, classi terze) le due prove da somministrare agli alunni - la prima generale a febbraio 2019 e la gara finale - e hanno in seguito provveduto alla correzione di tutti gli elaborati. Supervisore del progetto la docente S. Franchi. Responsabile del progetto la docente C. Bolognini. Il fine è quello di invertire la tendenza negativa dei rapporti INVALSI e OCSE-PISA che vedono le competenze matematiche degli italiani fra le più basse d’Europa. Punti di forza: incentivare il lavoro in team (6 alunni per team, uno per ogni classe prima, seconda e terza) favorire il problem solving, fare rete promuovendo la territorialità (unire un territorio ancora disunito), puntare sull’aspetto ludico della matematica sdoganandola da quell’alone di bestia nera che molti le riconoscono. Importantissimo anche l’aggancio in verticale tra le scuole secondarie di primo grado e quella di secondo grado nell’ottica di una fattiva continuità didattica.

GLI ISTITUTI

Oltre al nostro I.C. con le sedi di Castelmassa, Castelnovo, Bergantino e Melara hanno partecipato: I.C. di Badia, I.C. di Costa con Fratta e Villanova del Ghebbo, I.C. di Trecenta con Giacciano con Baruchella, I.C. di Occhiobello sez. di Santa Maria Maddalena, I.C. di Stienta con Ficarolo, I.C. di Lendinara con Lusia. I docenti referenti: C. Roani per Badia, G. Lavezzo per Costa - Fratta, G. Chieregato e S. Marzola per Stienta, I. Boniotti per Trecenta, N. Gardina e M. Osti per Lendinara, E. Battocchio per Occhiobello oltre a S. Masatti, G. Russo. R. Chinaglia, G. Scaramozzino, S. Franchi per Castelmassa.

I NUMERI

1440 gli alunni cui sono state somministrate - nonché corrette - le prove di febbraio. 132 gli alunni selezionati per la gara finale. 7 gli istituti partecipanti con 7 docenti referenti. Più di 40 gli alunni del “Levi” coinvolti. 18 le card-premio da 50 euro l’una per un valore di 900 euro. 132 i gadget forniti dal “Levi”. 20 i docenti accompagnatori senza contare lo staff organizzativo. 50 i minuti a disposizione della prima prova, 80 quelli della gara finale.

LA GARA FINALE

Un’organizzazione eccellente ha permesso il perfetto svolgimento della gara. Alle ore 8.00, garante il geometra comunale M. Vincenzi, è avvenuto il sorteggio dei tavoli da assegnare ai vari istituti. Alle ore 9.00 gli alunni sono stati accolti dai ragazzi del “Levi” e dalla docente Franchi che ha apposto ad ogni capitano di squadra il nastro del colore assegnato. Posizionati ai rispettivi tavoli e dopo la lettura collettiva del regolamento, gli alunni hanno aperto le rispettive buste e la gara ha preso formalmente il via. 24 quesiti da svolgere in 80 minuti di sana tensione, vero protagonista un brain storming adolescenziale e, quando dieci minuti prima del termine i monitor su cui si proiettavano le classifiche aggiornate in diretta sono stati oscurati, la suspence è aumentata di pari passo con l’adrenalina non solo dei ragazzi ma anche degli organizzatori. La correzione è avvenuta in modalità sincrona grazie ad un software appositamente creato dagli alunni del “Levi”, sotto la guida della docente di informatica G. Malaspina, presente alla gara come coadiuvante dei “lavori” magistralmente diretti dalle colleghe Fratti e Zangheratti e affidati nel dettaglio ad altri alunni del “Levi” i quali, da veri competenti, aiutavano e sorvegliavano i team affinché rispettassero le procedure della gara.  Intanto i docenti referenti dei vari istituti che fino all’ultimo hanno fatto da coach e non ammessi da regolamento nell’area di gara, potevano visionare in diretta su altri monitor, posizionati nel bar che si trova all’interno della struttura, l’andamento dei rispettivi teams in compagnia di caffè e brioches gentilmente offerti dal direttivo del Centro sociale…

LE COLLABORAZIONI

Oltre a quella basilare col “Levi” hanno contribuito alla realizzazione del progetto: il sindaco e l’amministrazione comunale di Castelmassa, in particolare l’assessore R. Azzolini e il geometra M. Vincenzi; la Pro loco; l’A.V.P. che ha fornito la linea internet; il direttivo del Centro sociale, rappresentato dalla sig. Lorena Confortini, e i volontari; tutti gli istituti partecipanti e i docenti referenti, la Cargill s.r.l. che ha sovvenzionato il l’iniziativa tramite il Comitato “Cargill cares insieme per gli altri” e il bando cui ha partecipato l’I.C. “Progetti di solidarietà nel territorio”.

I PREMI

Tre coppe-premio fornite dall’amministrazione comunale, 18 card spendibili in materiale didattico/informatico del valore di 50 euro l’una per i 18 alunni dei tre team vincitori, 18 magliette, un “Attestato di partecipazione” per ogni istituto presente. A premiare il dirigente Bassani e la dott.ssa Giovanna Marsilio di Cargill s.r.l. 

In chiusura gli alunni hanno potuto rilassarsi gustando una piccola merenda in un momento conviviale di alto gradimento.

In conclusione, è stata una mattinata ben riuscita in cui ognuno ha dato il meglio di sé grazie al contributo di tutti. Perché, quando un’iniziativa ha successo o un progetto viene portato a termine e raggiunge i traguardi auspicati, il merito va attribuito a tutti. Per questo sono doverosi i ringraziamenti al dirigente Bassani, alla vicaria R. Destro, alla collaboratrice A. Paganelli, allo staff di progetto (anche ai parenti dello staff di progetto!) al sindaco e all’amministrazione comunale di Castelmassa, all’assessore Azzolini, al geometra Vincenzi, alla Pro loco, all’A.V.P. nella figura del sig. N. Marangoni, ai docenti, ai dirigenti, alle segreterie degli istituti, al personale della segreteria di Castelmassa in particolare alla D.S.G.A. Spataro, alla sig.ra Nerina e alla sig.ra Sandra, alle responsabili di sede Agazzani, Pisa, Fioravanti, Zavatti, alle amministrazioni comunali della provincia per la gestione dei trasporti, alla sig.ra Confortini e a tutto il direttivo del Centro sociale, ai volontari, ai genitori in particolare a quelli accompagnatori e infine ma non da ultimi a tutti gli alunni che hanno partecipato al progetto e che hanno fatto il tifo al grido di: 
“Viva la matematica! Almeno per oggi…”.

C.B.

LE CLASSIFICHE

Istituti comprensivi provinciali che hanno vinto nelle precedenti edizioni:

1^ ed. a.s. 2015/16: classi prime OCCHIOBELLO – classi seconde BADIA – classi terze TRECENTA

2^ ed. a.s. 2016/17: classi prime CASTELMASSA – classi seconde TRECENTA – classi terze CASTELMASSA

3^ ed. a.s 2017/18: classi prime BADIA – classi seconde STIENTA – classi terze BADIA