Il 21 novembre è la Giornata nazionale degli alberi, un momento di “riflessione attiva” per celebrare l’importanza che questi esseri viventi hanno avuto e continuano ad avere per la vita sulla Terra. Che cosa possiamo fare per difenderli? L’amministrazione comunale di Melara, coinvolgendo gli alunni del nostro Istituto, propone la Festa degli alberi: una pausa per pensare, leggere, riflettere, capire e infine imparare a volere bene alle piante, a rispettarle.

Così, sotto la guida dei rispettivi docenti, alla presenza del Sindaco Davì, dell’assessore Cantutti e di tutti i rappresentanti delle associazioni locali, gli alunni del polo di Melara, dai 3 ai 13 anni si sono riuniti nel cortile appena “messo a nuovo” dall’amministrazione, per dare voce a chi voce non ha. Cartelloni, disegni, letture, poesie, curiosità, lavoretti e produzioni artistiche hanno parlato da, per e con gli alberi. Il rito della piantumazione ha poi concluso la bella mattinata che ha visto gli alunni coprotagonisti assieme agli alberi.

Curiosità. Lo sapevate che…

L’albero più grande del mondo è alto 84 metri, pesa 5.445 tonnellate e ha una circonferenza (alla base) di 31 metri: è la gigantesca sequoia che si trova in California nel Sequoia National Park e si chiama Generale Sherman, in onore del celebre generale statunitense della Guerra di Secessione.

L’albero più piccolo del mondo invece è il salice polare, vive nella tundra artica: è uno dei più piccoli salici del mondo, è un procombente, cioè un arbusto nano rampicante ed è alto soltanto 2-9 cm.