Sei qui: Home

Benvenuti all'Istituto Comprensivo di Castelmassa (RO)

Le Scuole Primarie dell’Istituto Comprensivo sono state le protagoniste delle “giornate dello Sport”

VISITA IL GALLERY

Due giorni intensi dove ogni Scuola ha coinvolto le società sportive presenti sul territorio e con esse ha organizzato le diverse attività  svolte poi nelle due giornate dagli alunni.

Due giorni a scuola senza zaino, pronti ad affrontare la novità con il massimo entusiasmo, ascoltare gli insegnamenti degli istruttori e poi metterli in pratica sempre con tanta passione; questo è stato il successo di queste giornate.

Il giovedì 2 marzo è iniziato in ogni sede con l’attività programmata, per le classi quarte e quinte  c’è stato un momento comunitario nella palestra di Ceneselli dove hanno incontrato l’allenatore del settore giovanile della Spal , Marcello Cottafava il quale ha parlato della sua esperienza nel calcio mettendo in evidenza quanto sia importante il lavoro di squadra e l’allenamento costante per ottenere i risultati e raggiungere gli obiettivi stabiliti; un lavoro che comincia da bambini, a scuola  coltivando le amicizie senza l’esclusione di nessuno.

Alta l’attenzione dei partecipanti i quali hanno interagito con una serie di domande al Mister, per tutti c è stato un tiro in porta dimostrando le abilità calcistiche di  ognuno , alla fine autografo per tutti.

Un grazie a Marcello Cottafava per aver accettato di essere  con i nostri alunni e di aver testimoniato con molta semplicità che cosa vuol dire essere un campione.

Venerdì 3 marzo nuovo impegno in ogni scuola : per la scuola di Melara si sono esibite le società New Fit di Bice e Monja di Ostiglia e Judo di Magri Marco di Melara e Poggio Rusco;

per la scuola di Bergantino si sono cimentate l’associazione “Aurora nuoto” proponendo anche esercizi di Kung Fu, “GS Tor di Castelmassa con il minivolley, l’associazione “Liberi di fare” con una camminata della salute terminata con una sana merenda offerta dalla gelateria “Verde Pistacchio” e “Non solo frutta”;

per la scuola di Castelnovo le attività sono state svolte da: Associazione FIPSSAS sommozzatori, società FUJIAMA per il karate, A.S.D. pattinaggio artistico di Bondeno, Olimpia Wellnes  di Sermide: Hip-Hop, danza classica, danza ritmica,motoria di base e ju-jitsu;

per la scuola di Castelmassa si sono alternati :  il Ju-jitsu con il signor Marco Guidi, Hip-Hop,                            “La Sgrupada”Avis per il podismo, presso il Mercato Coperto si sono alternate l’associazione Altopolesine per il calcio, Gs-Tor per il minivolley, Leaena  per il nuoto;

per la scuola di Ceneselli Gs-Tor, attività di psicomotricità gestite da docenti della scuola stessa.

Un grazie per la collaborazione va a tutte le società e alle persone che hanno collaborato , non dimenticando le Amministrazioni Comunali per la messa a disposizione delle strutture.

 

PROGETTO “ORTOinCONDOTTA”: COME PROFUMA LA BIODIVERSITA’

visita il gallery

Era il 20 febbraio il termine per presentare i nostri lavori alla sezione “educa” di Slowfood del progetto promosso da Ricola: “SENTI COME PROFUMA LA BIODIVERSITA’”

e per quella data siamo tutti riusciti a far arrivare i nostri elaborati, le nostre idee ed i progetti in evoluzione o in via di finitura.

I bambini delle classi prime hanno messo in campo i 5 sensi per cominciare a parlare di erbe aromatiche: toccando, osservando, annusando…hanno preso confidenza con il concetto di Bios e di Diversità.

Il desiderio di inebriarsi ancora di altri incredibili odori li ha messi in moto per realizzare, con materiale di recupero, il loro personalissimo orticello. Da casa sono arrivati i bidoncini vuoti dell’acqua distillata e a scuola sono stati trasformati in vasi per basilico, salvia, rosmarino e menta…di calendula e  coriandolo avevano i semi e in questi giorni di maggior tepore hanno già germogliatoJ

Sono orgogliosi e soddisfatti ma non si fermano.

Franco, il collaboratore tutto-fare che a scuola ci dà sempre una grande mano si è offerto di aiutarli nell’esaudire il loro desiderio: creare l’orto in verticale con i  bottiglioni odorosi!! Sta studiando il modo di saldare alcuni paletti di ferro, che nella sua cantina sono inutilizzati da anni, per crearne una semplice scaffalatura su cui sistemare le piante. Nel frattempo i bambini si occupano di loro annaffiandole, spostandole all’esterno sui davanzali esposti a sud e ritirandole qualche minuto prima di andare a casa così che la notte non le raffreddi troppo.

I bambini di seconda hanno in mente di realizzare prima un semenzaio all’intero nei fondi di bottiglia e successivamente di trasferirlo all’esterno in un fazzoletto di terra sotto le finestre delle loro classi per permettergli di tenerle facilmente sott’occhio!

Ogni erba aromatica avrà una piccola scheda descrittiva del suo utilizzo in cucina, delle sue eventuali proprietà terapeutiche e della zona di provenienza, percorrendo in lungo e in largo la culla delle civiltà del Meditteraneo.

I bambini delle classi terze hanno lavorato su un percorso ricco di spunti e di riflessioni sul concetto di Biodiversità…si sono chiesti cosa significasse, cosa la minacciasse, quali fossero i comportamenti volti a far si che la si possa preservare in un elenco di azioni utili a che ciò avvenga. Un laboratorio scientifico inerente a questa tematica li ha condotti nello specifico dell’ambiente natura e del mondo degli insetti. Hanno cercato gli utilizzi delle erbe in cucina, nella cosmesi e nella medicina naturale ed infine hanno tradotto in versi questi argomenti componendo poesie che hanno permesso loro di utilizzare il tema per spaziare su tutti gli ambiti in un percorso di interdisciplinarità.

I bambini di classe quarta hanno creato un piccolo orto di piantine aromatiche in classe. Per realizzarlo hanno utilizzato delle confezioni porta-uovo che si trovano comunemente al supermercato, le hanno foderate con un pezzetto di carta di alluminio, riempite con del terriccio ed infine messo i semini di origano, salvia, maggiorana e basilico, ricoprendoli con altro terriccio, annaffiando il tutto con poche gocce d’acqua versate con estrema attenzione per evitare di inzuppare il contenitore! Finito il lavoro di semina ognuno ha scritto un bigliettino con il nome della piantina e l’ha infilato in uno spazio del contenitore.

Per il progetto gli alunni della classe quinta hanno realizzato uno stesso miniorto nei cartoni porta-uova anticipato però da un’osservazione delle erbe aromatiche già presenti nel cortile della scuola e svolgendo rilievi sul campo presso l’aiuola dell’orto in condotta.

Gli appunti presi saranno poi ordinati per una catalogazione delle piante osservate e come approfondimento degli argomenti di scienze.

Abbiamo ancora tanto lavoro da fare e tanto da scoprire perché abbiamo imparato il significato di una nuova parola: è greca ed è “Bios” che significa vita…ora ha più senso la parola “biodiversità” anche per noi bambini, ne sentiamo spesso parlare a scuola ed adesso capiamo che nella diversità si nasconde la parola VITA!

 

OLIMPIADI ALTOPOLESANE DELLA MATEMATICA 2^ edizione

L’I.C. di Castelmassa fa … ambo!

VISITA LA GALLERY

Doppia vittoria per l’I.C. di Castelmassa che ha conquistato il primo posto con il team della classe prima e con il team della classe terza nella gara delle Olimpiadi altopolesane della matematica disputatasi il 9 marzo scorso nella location del Mercato coperto. Per il secondo anno consecutivo questo importante Progetto, in partenariato con l’I.I.S. “P. Levi” di Badia Polesine che vede competere gli alunni del territorio polesano, è stato finanziato dal MIUR del Veneto – unico fra le scuole secondarie di I grado della provincia di Rovigo – in quanto finalizzato all’implementazione del Sistema Nazionale di Valutazione e all’attuazione dei Piani di Miglioramento.

I numeri: 1840 gli alunni che hanno svolto la prima prova a febbraio, 8 gli istituti partecipanti - oltre a Castelmassa, Badia, Fiesso con Castelguglielmo, Fratta con Villanova, Lendinara, Occhiobello con Santa Maria Maddalena, Trecenta, Stienta con Ficarolo – più di cento i quesiti somministrati, 144 gli alunni partecipanti alla gara finale, 6 i mesi di interesse, 15 i docenti tra referenti e responsabili del progetto, 1250 le risorse economiche per i premi assegnati.

I punti di forza: la territorialità, il lavoro in team – guida gli orizzonti mentali verso la modalità cooperativa-  la loro eterogeneità, una competizione divertente che entusiasma.

Questa macchina organizzativa coinvolge segreterie di istituti e personale non docente oltre agli alunni del Levi. Il progetto infatti rientra a pieno titolo anche nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro: un esempio concreto di continuità scolastica; e proprio gli alunni del Levi hanno creato un software ad hoc per la correzione sincrona e l’aggiornamento dei punteggi nella gara finale.

Chi fosse giunto per caso al mercato coperto avrebbe potuto osservare un quadro in diretta, una “Veduta su ragazzi” che simpaticamente-allegramente-correttamente-tenacemente, sommavano, sottraevano, frazionavano, dividevano, sviluppavano numeri su numeri. E solamente questo è condizione necessaria e sufficiente per dichiarare che è stata una vittoria per tutti, al di là di classifiche o premi.

Guardate il foto gallery: ma quanto belli sono? Bravi ragazzi! NAMASTE’, ALE’…!

  • - Primi per le Classi prime: S. Cassetta, Erik Ravagnani, Mattia Rossi, Serena Bighinati, Elia Soffiatti, Nicola Paqualini (I. C. Castelmassa).
  • - Primi per le Classi seconde: Pietro Ferrigato, Filippo Casarotto, Michele Galassi, Elia Rizzi, Laura Barbini, Samuele Bosco (I.C. Trecenta).
  • - Primi per le Classi terze: Martina De Piccoli, Luigi Hu, Pietro Gentile, Marco Balzano, Ester Trombini, Marco Malatrasi (I. C. Castelmassa).

I premi

  • - Una card informatica del valore di 50 euro cadauna per ogni alunno di ogni team vincente e per ogni docente referente del progetto in rappresentanza degli istituti partecipanti;
  • - Una bellissima coppa-premio con targhetta ricordo
  • - Una maglia sponsorizzata dal Levi per ogni alunno di ogni team vincente
  • - Un Attestato di partecipazione per ogni Istituto
  • - Una matita sponsorizzata dal Levi per ogni alunno partecipante.

 

Si ringraziano le professoresse del Levi:

  • Arianna Fratti, Silvia Azzolini, Afra Zangheratti, Gigliola Malaspina

Si ringraziano gli alunni delle classi quarte del Levi e i ragazzi che hanno dato una mano nella predisposizione della gara finale.

Si ringraziano i docenti di matematica:

Isabella Boniotti (Trecenta), Carla Roani (Badia), Giancarlo Piccolo (Lendinara), Rebecca Pellegrini (Fiesso), Cristina Lipari (Stienta), Erika Battocchio (Occhiobello) Giorgio Lavezzo (Fratta polesine) e la prof.ssa S. Franchi docente dell’I.C di Castelmassa che ha supportato l’equipe docenti.

Si ringrazia l’industria dolciaria Borsari di Badia polesine per la merenda gentilmente offerta.

Si ringrazia l’Istituto Levi per le bibite gentilmente offerte.

Doverosi i ringraziamenti all’amministrazione comunale di Castelmassa per la collaborazione e la disponibilità dimostrate nell’organizzazione dell’evento, curati in particolare dall’assessore Roberta Azzolini, dal geometra Matteo Vincenzi e dalla sua squadra che ha permesso lo svolgimento in concreto della competizione.

 

2-3-4- MARZO 2017: LA TRE GIORNI DELL’I.C.DI CASTELMASSA

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

Una galoppata veloce ha portato gli alunni del nostro istituto fuori dal Carnevale e li ha direttamente fatti planare sulle giornate dello Sport. Deliberate dalla giunta regionale e organizzate nel dettaglio dai docenti - non senza difficoltà vista l’articolazione della scuola su quattro sedi e i numerosi docenti “a scavalco” – le giornate dello sport, interamente dedicate a questa importante attività, hanno coinvolto ragazze e ragazzi in un volteggio di lezioni e di performances le più diversificate.

La task force inizia giovedì 2 marzo. Mentre Castelmassa e Castelnovo (più di 200 alunni) si ritrovano al Mercato coperto per una lezione su alimentazione e sport tenuta dal medico sportivo Dottor Bottoni - vero entertainer -, Bergantino affronta le tematiche del doping, visiona il films Invictus e Melara si sfida con le arti marziali del judo, con la pallavolo (schiacciate e battute), con la Hip hop – breaking.

In contemporanea Castelmassa e Castelnovo incontrano il campione nazionale di rugby Nicola Quaglio detto Bibi e lo sommergono di richieste d’autografi. Si passa poi alla giornata di venerdì 3 marzo. Qui le attività si invertono. I ragazzi di Melara e Bergantino, rispettivamente presso la Sala Verdolini e l’Auditorium, incontrano il dottor Bottoni e la dottoressa Montagnini, medico dietista, che passano il testimone a Filippo Guccione e a Kevin Moser, il primo calciatore del Vigasio (serie D), il secondo giovane promettente del nuoto italiano. Gli alunni di Castelnovo disputano tra loro divertenti gare con i giochi di una volta : sedia, bandierina, sacco pieno sacco vuoto, quesiti delle varie discipline (a proposito: la cupola del Duomo di Firenze è opera di Brunelleschi, non di Michelangelo!!!) e poi visionano The blind side. Nel frattempo gli alunni di Castelmassa si esercitano in percorsi intelligenti, visionano Super size me e Race mentre quelli di terza, si recano in sala polivalente dove Tommaso Begotti  racconta loro la timeline della storia dello sport.

Infine sabato 3 marzo. Le classi  terze di  Castelmassa e Castelnovo gareggiano nella palestra di Ceneselli in due attività: calcio e pallavolo. Le classi seconde si alternano fra Centro sociale e Mercato coperto dove si cimentano in gare di karate, bocce, kick-boxing. Tocca a Bergantino la sfida con le arti marziali del kung fu chang, la pratica nella pallavolo, la danza con la Hip hop – breaking mentre Melara ricostruisce la storia della Olimpiadi, della figura del discobolo e visiona il film Billy Eliot.

Una volata finale di gran soddisfazione realizzata grazie alle sinergie messe in campo da tutti con uno sforzo collettivo ben organizzato.

Grazie al professor Ronchetti, alla professoressa Bolognati, alle responsabili di sede, ai docenti, al personale amministrativo e ata e a tutti quelli che hanno contribuito al successo di questo importante evento di interesse generale.

Un doveroso ringraziamento all’amministrazione comunale per i locali gentilmente concessi e per il supporto organizzativo.

Un ringraziamento agli istruttori delle società sportive che hanno saputo coinvolgere i ragazzi facendoli divertire ma nello stesso tempo richiedendo da loro impegno e attenzione.

In particolare si ringraziano le seguenti società:

RUGBY ROVIGO DELTA Sig. A. Trombini
A.C. ALTOPOLESINE
SCOIETA’ BOCCIOFILA
SOCIETA’ DANZA HIP-HOP
SOCIETA’ JUDO IKEBANA
SOCIETA’ GS TOR
SOCIETA’ KICK-BOXING
SOCIETA’ KUNG-FU
SOCIETA’ KARATE
FREEBODY STUDIO DANZA E FITNESS

Visita il foto gallery

 

LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - SEDE DI MELARA - INCONTRA IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE

Martedì 14 febbraio 2017 gli studenti di tutte le classi della Scuola Secondaria di Primo Grado di Melara hanno riempito la Sala Consigliare del Municipio di Melara.

L’occasione è stata l’intervista al Sindaco e ai rappresentanti della Giunta Comunale, organizzata dai ragazzi che stanno seguendo l’ora di Alternativa alla Religione Cattolica per l’A. S. 2016/2017. L’incontro si è inserito come progetto nel Piano di Lavoro Annuale della Disciplina, il quale si articola in un percorso educativo che permetta agli studenti di osservare e analizzare alcuni aspetti relativi all’organizzazione della società, alla gestione del territorio e all’impegno civile, nell’ottica dello sviluppo di una consapevolezza rispetto al contesto storico, sociale e ambientale in cui vivono.

L’accoglienza è stata festosa e i ragazzi hanno seguito con interesse l’intervista, durante la quale, il Sindaco di Melara Paola Davì e l’Assessore Elena Cantutti hanno risposto alle domande formulate dagli studenti, con chiarezza e dovizia di particolari e hanno lanciato a tutti i presenti la proposta di dare vita anche nel Comune di Melara al Consiglio Comunale dei Ragazzi, subito accolta con entusiasmo.

Una bella iniziativa per il beneficio di tutti.

 
Pagina 1 di 20